L’affascinante Castello di Weikersheim

da | Mag 28, 2019 | blog | 0 commenti

Il Castello di Weikersheim è una delle mete più affascinanti che si incontrano lungo la Romantische Strasse. Situato ai margini dell’omonima cittadina, fu voluto da Konrad e Heinrich Von Wighartesheim e si contraddistingue, oggi come un tempo, per la sua raffinata bellezza. Le prime notizie risalgono al 1156, negli anni successivi il casato dei Wighartesheim prese il nome di Hohenlohe, dal castello di Hohenloch, all’epoca residenza principale della famiglia.

Castello di Weikersheim: la storia

Il Castello di Weikersheim aumentò la sua notorietà a partire dalla seconda metà del XVI secolo, quando divenne la residenza principale del conte Wolfgang II. Egli ordinò un’ampia ristrutturazione e modernizzazione, ampliando alcune sezioni del castello in chiave rinascimentale. Successivi lavori di ampliamento e ristrutturazione vennero eseguiti al termine della guerra dei trent’ anni, per riparare i danni riportati in quel periodo. Nel 700 il conte Carl Ludwig collegò il castello alla cittadina tramite una serie di edifici ad arcate tuttora esistenti.

L’ultimo signore del palazzo fu il principe Constantin zu Hohenlohe-Langenburg, che vi dimorò dal 1945 al 1973 prendendosi cura del castello ed effettuando numerosi lavori di manutenzione. Il Castello di Weikersheim rimase di proprietà della famiglia Hohenlohe-Weikersheim fino al 1967; in seguito la proprietà passò alla regione tedesca Baden Württemberg, nonostante il principe Constantin vi abitasse ancora.

Castello di Weikersheim

Castello di Weikersheim: la sala dei cavalieri

All’interno del Castello di Weikersheim si trova la stupenda Sala dei cavalieri, la più famosa dell’intero complesso. Essa era luogo di feste e banchetti, degno di nota l’alto soffitto a cassettoni con dipinti raffiguranti scene di caccia.

Molto suggestivi il grande portale d’ingresso e il magnifico camino con i suoi straordinari bassorilievi.Le opere d’arte esposte, risalenti all’epoca del conte Wolfgang II, presentano un programma politico mostrando simbolicamente le norme comportamentali di un buon governatore.

Castello di Weikersheim: la Sala degli specchi

La sala degli specchi della principessa Elisabeth Friederike Sophie è una delle sale più decorate del Castello di Weikersheim. Fu completata nel 1718 e rappresenta una delle prime stanze così riccamente adornate.

All’interno della sala sono conservate porcellane dell’Asia orientale, maioliche di Ansbach, miniature e raffinate figure in argento e pietre preziose in quanto la famiglia della principessa era amante dell’arte e collezionista di preziosi. Per dare spazio ai numerosi vasi e piccole statue sono state create mensole a muro e sono stati aggiunti tavoli per l’esposizione di altri pezzi. Le pareti sono rivestite in damasco di seta rossa, gli intagli dorati e argentati sono applicati sul tessuto e fanno da contorno a specchi rotondi e piccole consolle.

Castello di Weikersheim: il giardino barocco

Il giardino del Castello di Weikersheim è in stile barocco e appare ancor oggi come frutto dei lavori eseguiti a partire dal 1708 sotto la supervisione del conte Carl Ludwig. Nel giardino sono presenti diverse statue concepite come rappresentazione della gloria di Carl Ludwig: le stagioni, i pianeti e le antiche divinità. I punti di forza del giardino sono l’Orangerie, il Belvedere e l’Arco di Trionfo.

Castello di Weikersheim-Interni

Il giardino era molto importante per il conte Carl Ludwig von Hohenlohe-Weikersheim in quanto rappresentava un’estensione “verde” del castello ed all’epoca offriva sale all’aperto per i banchetti. Anche qui il la mano del conte è ben visibile attraverso le forme perfette date al giardino stesso: suddivisione in lotti regolari, alberi disposti in fila tutti alla stessa distanza in modo da delimitare i confini, siepi simmetriche che creano disegni perfetti stanno ad indicare che il padrone di casa governava su tutto – natura compresa.

Parti integranti del giardino sono le fontane, anch’esse abbellite da statue ed anfore decorative. La fontana più grande è situata in fondo al giardino e sulla sua superficie si riflette l’Orangerie.

[fonticon icon="times"]